.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

lunedì 28 maggio 2012

Aliena

Sinfonia in bianco
Sembra  un nome russo: Aliena qui rappresentata (da me) attraverso l'opera di James Abbott McNeil Whistier, un pittore americano della fine ottocento che vanta amicizie illustri anche in Italia e una passione per l'arte giapponese.

Aliena è un po' la summa delle precedenti (Schematica, Visionaria, Iratonda, Bizantina, Fulminea, Riflessiva) è colei che esiste pur se nessuno ci crede.
E' quel che resterà quando le altre si saranno integrate, oppure dissolte, annientate, morte e sepolte o estinte col mondo.

Le sue qualità e le sue doti sono indescrivibili perchè provengono da mondi inimmaginabili e senza tempo.
Aleggia nell'animo più intimo e ci sono voluti anni per darle una forma e un aspetto capaci di rendere la sua essenza.

Ha un'età indefinibile, nè giovane nè vecchia, la sua caratteristica è quella di rappresentare la forza e la fiducia quando niente fa propendere per un futuro migliore.
Si è fatta vedere spesso negli ultimi mesi, poi i primi di maggio è sparita e adesso si è riaffacciata come a dire che si sta per verificare qualche evento imprevisto, di quelli che cambiano la vita.
Ogni volta il suo abbraccio e il suo sguardo si fanno più grandi e inclusivi, tanto che le altre entità sfumano al suo cospetto perchè sanno che pur unendosi restano comunque distanti e inferiori alla sua personalità.
E' la donna che verrà. Nessuno sa quando.
E' il modello che sopravviverà. A cosa, nessuno lo può dire.



16 commenti:

  1. allora non resta che dirle "in bocca al lupo"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già, con l'orso se l'è già vista:)

      Elimina
  2. ma! anche qui ci mettiamo ad elucubrare sui quadri? :P
    peccato per il cucciolo di casa che è finito a fare il tappeto; misteri dell'estetica russa, e del pianeta rosso.

    RispondiElimina
  3. e' qualcosa che esiste da prima del tempo e che estistera' anche dopo esso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come dire che ognuno è un po' immortale? ^_^

      Elimina
  4. più che immortali "antichi" a volte pure troppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. però, lo sembrava proprio (una cam:)

      Elimina
  5. eheheheeh...infatti non ti ho detto che non sembrava, ma solo che non lo era :) fai una cosa vai oltre il post e guarda su cosa ho appoggiato le mani ieri.... per le dimensioni immaginami a gambe incrociate e la lunghezza della base va da ginocchio a ginocchio ^_^

    RispondiElimina
  6. la calcite era spettacolarmente morbida, non fisicamente, ma di vibrazione (la parte bianca a sx) mentre le ametiste una vera botta di energia... il fiore era una cosa indescrivibile... lasciarla li' è stato difficilissimo, ma a parte il prezzo proibitivo era gia' venduta... ma la possibilità di viaggiarci anche per pochi minuti è stata impagabile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immagino sia finita in un museo, non riesco a immaginare una casa con dentro un minerale così grande, a meno appunto di usarlo come letto!

      Elimina
  7. è proprio di un privato, solo che l'hanno pagata ma non ancora ritirata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ullallà!
      mi piacerebbe conoscerlo!
      (anche a te suppongo:)

      Elimina