.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

martedì 21 agosto 2012

elaborata_mente

estate operosa (sarà che potrebbe essere l'ultima mia e del pianeta), così ho comprato un mini set di sgorbie e mi sono cimentata nella costruzione o meglio nell'intaglio di due cucchiai per il sale.
quello a sinistra è ambivalente nel senso che il manico nasconde un secondo cucchiaino, anche se quello a destra mi soddisfa di più. preferisco il minimalismo ed è certamente più frugale e quindi intonato a me.
per ammortizzare il costo delle sgorbie dovrei minimo produrne una decina da smerciare come gadget perchè al di là del risultato sono impagabili.
far crescere l'acacia, tagliarla, farla un po' rinsecchire, scortecciarla, intagliarla.
lavoro lungo e periglioso, dalle spine dei rami ai rischi che ti scappi una sgorbia e ti dissangui.
prossimo passo una scodella con il legno di noce, ma servono sgorbione.
altro costo da ammortizzare, ma cominciando per tempo dopo anni e anni di duro lavoro si risparmia il giro per negozi e poi le stoviglie di legno naturale (a comprarle fatte) costano un botto!

ps. dell'acacia sono buoni i fiori impanati e fritti.

9 commenti:

  1. ma se e' l'ultima estate del pianeta, no... che senso ha comperare?

    RispondiElimina
  2. Ma sono sgorbie a mano ? cioè, non elettriche ? Sai quando, finito il mondo, le vedranno gli archeologi di qualche pianeta lontano, ormai fossilizzate da milllanta anni e diranno nella loro lingua stridula " Anvedi, ahò " ...... Comunque il sale si prende con le mani! E basta ! Fai tutto un set !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. manco sapevo esistessero quelle elettriche:)
      sale con le mani? ok! allora zucchero, caffè, cioccolato quel che vi pare:)

      Elimina
  3. bè, se è l'ultima è stata davvero una sfiga che sia stata così calda, visto che il caldo mi porta all'inoperosità assoluta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma ti ricordi quanta neve sei mesi fa?

      Elimina
    2. almeno quella non mi ha mai tenuta chiusa in casa!

      Elimina
  4. che figata, anche il nonno di Heidi intagliava il legno.
    Il meglio è il tiglio, tenero e compatto o l'ulivo.
    L'acacia nn saprei. Mi ricordano le bacchette per il riso. Che 'dunin' laborioso. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì sto quasi diventando il nonno di heidi, mel senso che da ortolana part time sto diventando boscaiola indiretta:)

      Elimina