.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

giovedì 22 novembre 2012

Soltanto dal tradimento della forma può rinascere la vita



sarà vero? boh? anzi, mah!

il monologo è tratto da uno spettacolo della Compagnia della Fortezza di Volterra, anche loro carcerati (ma per davvero).

una sintesi che sembra scritta oggi, magistralmente interpretata da un non so chi è, ma vorrei saperlo, che fa il paio con il bravo bravissimo già in programma.

ps. l'interprete è Stefano Cenci.

6 commenti:

  1. Ma sono carcerati ??? recitano benissimo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, infatti vorrei sapere chi sia il "solista", ma per ora non sono riuscita a risalire, potrei scrivergli però.
      vedremo:)
      la compagnia della fortezza è in auge da più di 20 anni, nata da un'idea di armando punzo che ne è ottimo regista, ecc ecc:)

      Elimina
  2. ah, siamo in aria di sintesi ... hai visto questo? (click) lo trovo geniale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mannaggia, sì lo conoscevo.
      mannaggia.
      mannaggia perchè dico sempre che ne voglio fare uno a modo mio ma poi tralascio.
      chissà, magari con la neve, quando starò sempre e solo in casa, chissà!

      Elimina
  3. l'attore del monologo è Stefano Cenci...ma probabilmente, dopo 2 anni, l'avrai già saputo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. macchè!
      anzi ti ringrazio per la segnalazione!

      Elimina