.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

venerdì 11 gennaio 2013

ingenua_mente

qualche anno fa mio padre mi disse: "sei stata un'ingenua".
si riferiva a qualcosa di specifico in cui personalmente ritenevo più importanti altri fattori, tuttavia quell'espressione sul momento mi fece pensare e successivamente capitò di ripensarci.
un po' mi indispettiva, un po' mi sembrava vera ma avrei preferito sostituire quell'"ingenua" con un altro termine che però mi sfuggiva e mi sfugge.
l'ingenuità era per me una caratteristica "negativa" che stava a indicare una sorta di debolezza o incapacità, come fosse un difetto che faticavo a riconoscermi.
mai avrei pensato che all'origine dei miei sbagli ci fosse l'ingenuità nè che facesse parte delle mie caratteristiche caratteriali.
eppure quella frase è tornata spesso come qualcosa di inspiegabile e misterioso.



ultimamente ho trovato la chiave per interpretarla.
l'ingenuità è una condizione di incanto e fiducia che è concessa con benevolenza a chi è molto giovane oppure molto anziano.
nel tempo che sta in mezzo a queste due età prende un connotato negativo o quanto meno è usato per definire quanto poco si è capaci di essere smaliziati e quindi in qualche modo risultare come dei babbei.
Gaber la pone in altro senso, ed è pure interessante, ma per me è come ho detto.
l'ho capito quando mi sono sentita pienamente ingenua senza provare alcun senso di inadeguatezza, così com'è appunto solo per i bambini o per i vecchi e siccome non sono una bambina, evidentemente sono consapevolmente vecchia e quindi totalmente indifferente, addirittura esente da attribuzioni malevole di qualcosa che nasce come qualità a cui i furbi attribuiscono, ingenuamente, un significato dispregiativo.
ingenuità come disincanto, solo semplice atteggiamento di interesse, fiducia e vicinanza per quello che c'è di buono, benché occulto o negato.

6 commenti:

  1. tra il bene e il male
    un'abissale
    stagno pieno di morale
    (click)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ___ ma, sono appena arrivata, è morta la melato?

      Elimina
  2. ..."ingenuità come disincanto, solo semplice atteggiamento di interesse, fiducia e vicinanza per quello che c'è di buono"...
    Già.
    Malgrado l'età di mezzo, spesso mi ci ritrovo.
    Ma sto imparando...alla fine diventerò cinica e cattiva...credo.
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meglio vecchia ingenua che vecchia e cattiva.

      Elimina
  3. io voglio diventare vecchio e cattivo ... cattivo lo sono già il resto è solo questione di tempo

    RispondiElimina