.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

sabato 23 marzo 2013

valente moto perpetuo

sto esercitandomi al dialogo costruttivo e paziente.



solo musica CLICK

è che ogni tanto seguo LaCosa (tra l'altro la musica è ottima) e ho provato a interloquire nella chat.
ci vogliono polmoni d'acciaio, una pazienza certosina e tanta tolleranza.
tutte cose che mi mancano.
Paganini, che notoriamente 'non ripete', ci sta bene e il suo 'moto perpetuo' pure.
praticamente è tutto uno sbattere ininterrotto di echi tra pensieri in libertà e vaffa liberi, intercalati da evviva al popolo degli adepti.
sul buono, mi astengo, sul coerente stiamo sotto al 20%, il resto è uguale a una qualsiasi comunità virtuale, con le sue sindromi e le sue patologie in più aggravate da un fenomeno molto simile al tifo da stadio che rischia di rompere il giocattolo.
esaltazione bulgara delle mosse degli eletti e discredito a prescindere del resto, chi dissente è aggredito da contestazioni becere e qualunquiste e chi parla usando un linguaggio decente è visto con sospetto e diffidenza.
ora, mi chiedo, a parte i contenuti, se osserviamo la forma, cosa c'è di diverso dal disperdere energie in polemiche sterili rispetto a chi viene accusato di essere capace solo di quello?
alla fine ho trovato un'anima buona all'interno di una discussione sulle dichiarazioni sul presidente della repubblica del loro portavoce al senato che al mio: 'capisco, ma se pensava di avere ragione perché ha chiesto scusa?' ha risposto: 'diplomazia'.
emblematica questa risposta, perché in effetti l'impressione è quella che si usi (come sempre) il metodo dei due pesi, due misure.
ultima considerazione.
pare, dopo un mesetto a seguirli, che una cosa sia acclarata: l'insulto è molto trendy, ma il senso dell'humor è alieno ai pinguini, per non parlare dell'accettazione delle diversità di opinioni, fossero anche solo sfumature vengono rigettate e sommerse di insulti volgari, bellamente ignorate o superate rincorrendo il neo arrivato del momento con deferente rispetto se assiduo e benvoluto oppure, viceversa, con un cordiale vaffa di benvenuto per testarne subito carattere, tenacia e autenticità.

8 commenti:

  1. sarà una dote? dico la diplomazia… anche fosse io non so cosa sia, conseguente od origine della mancanza della pazienza (altra dote)… :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, ci ho provato, giusto per poterne dire senza sentirmi rimproverare pregiudizi (che comunque ho e a maggior ragione, persistono).
      sarà la (mia) età? sarà quel che serà, serà!

      Elimina
  2. Tanti tanti tanti dubbi ......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e purtroppo le uniche certezze son quel che sono:(

      Elimina
  3. Io ho imparato l'arte della diplomazia... ma la uso a spizzichi e bocconi, i vaffa liberi non mancano mai :) soprattutto oltre che liberi sono LIBERATORI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, proprio adesso che son tempi duri per i diplomatici e le diplomazie!

      Elimina
  4. ma un bel vaffa è diplomazia,
    altrimenti il giramento di pal(m)e rischia di diventare perpetuo.
    Brava Tetris che citi Paganini.
    E poi domani pioverà, pioggia e vento son contento, bene bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. domani 'deve' piovere:)
      ma pare che pioverà anche lunedì, martedì, mercoledì, giovedì ecc. sembra di stare in irlanda tra un po' nascono i licheni:(

      Elimina