.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

sabato 30 aprile 2016

i gusti dei piccoli

da quando ho notato l'anomalia mi sono accertata che fosse ricorrente e ormai sono arrivata alla conclusione che effettivamente esiste qualcuno che invece di distogliere lo sguardo dal mio grugno perenne lo ritiene fonte di divertimento.
i bambini (sai, quelle cose offuscate che fanno vedere in tv...) mi sono sempre piaciuti poco, ma da anni ne nascono di talmente belli che è impossibile evitare di ammirarli e così capita che gli sguardi si incrocino e nonostante il mio sia quasi sempre appositamente acconciato per terrorizzarli, mi rispondono con larghi sorrisi e occhietti 'complici', come se 'capissero' che quella smorfia fatta per gioco lo sia davvero e funziona molto bene anche quando succede di assistere a qualche capriccio.
un'occhiata severa e smettono subito, ghignano un po' e poi guardano di sottecchi il genitore di turno mentre rifiata e riprendono le loro contorsioni.
mi succede anche con i casi patologici, per esempio con il bimbo dei vicini che ha sicuramente qualche problema cognitivo, ma sa benissimo come far andare in bestia i congiunti.
lo osservo come se volessi arrostirlo per mangiarmelo con le patate al forno e lui si nasconde dietro i polpacci dell'accompagnatore e mi guarda come se dicesse 'lo so che esagero, ma tu reggimi il gioco'.
magari sbaglio, ma nei loro silenzi leggo i pensieri costruiti senza parole e li traduco nel linguaggio umano, raccolgo le loro lagnanze: 'sta qui mi ha messo il piumino e la coperta quando ci sono 30°' oppure: 'ho l'elastico del pannolino che mi tormenta il sedere' e ancora 'se quella deficiente la smettesse di fare ghirighì e ghirigò, schiaccerei un pisolino' fino a 'ma cos'hanno tutti 'sti mostri da guardare?'
ogni tanto l'adulto che è con lui va a vedere cosa stia guardando così divertito e quando arriva a me ha sempre la stessa espressione che sembra dire: 'impossibile, chissà cos'ha visto...'
è che evidentemente i piccoli hanno ancora per poco la capacità di vedere oltre, tanto oltre che persino a me coglie il dubbio che in fondo in fondo anch'io abbia ancora vivo qualche cosa di buono... o più probabilmente che siano attratti dall'orrido e inumano, forse consapevoli che sia il modello unico di riferimento del loro futuro?

4 commenti:

  1. una risposta potrebbe essere che la vista dei bambini non è ancora sviluppata come quella degli adulti, quindi percepiscono le immagini in modo differente, o forse ti scambiano per PeppaPig ;P
    poi c'è la questione di farli al forno ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, ma infatti credo anch'io che sia per qualcosa di anomalo... forse una mutazione genetica:)

      Elimina
  2. i bambini piccoli non hanno ancora comportamenti dettati da educazione e calcolo, loro vanno a fiuto e si vede che in te hanno fiutato qualcosa di schietto.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un po' pane al pane, vino al vino...

      Elimina