.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

sabato 19 gennaio 2013

vuote prospettive

l'anima s'è persa l'animo 





La solitudine delle prospettive.

Rende bene l'idea di quel che significa, per l'anima, la perdita d'animo: svuotamento.
Nè meglio, nè peggio. Due condizioni diverse da cui diramano punti di vista opposti ma capaci di rivelare qualcosa di quel che ci anima anche quando ce ne sentiamo privi o l'avvertiamo affaticata.



Bence Hajdu è uno studente dell'Università di Belle Arti ungherese a cui era stata assegnata una ricerca di geometria descrittiva sulle linee prospettiche nelle opere rinascimentali.
La genialità del suo studio, il modo in cui ha assolto al compito lo hanno reso più che famoso e le sue elaborazioni grafiche stanno facendo il giro del mondo.


Michael Somoroff "assenza di soggetti" fa un po' la stessa cosa con le foto di August Sander, ma trovo più efficace l'idea di Hajdu.

8 commenti:

  1. angosciante per un certo verso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. semplici sottrazioni eppure fanno pensare.
      chissà che criterio ha usato per scegliere su quali operare?
      ad esempio, l'ultima cena. pensando o facendo come se non ci fosse mai stata?
      mah!

      Elimina
  2. Interessanti. Aprendo il link, nell'ultimo dipinto lascia insolitamente un drappo sulla sedia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, si nota subito.
      ancora mi è oscuro il motivo, ma suppongo ci sia.
      (sarà mica un "resto" di quello che citi nel tuo ultimo post?)

      Elimina
  3. Prima di giungere ad una riproduzione prospettica tanto fedele, gli artisti hanno studiato e lavorato molto.
    Quando mi capita di andare ad Assisi e di notare gli sforzi compiuti da Giotto per dare tridimensionalità ai suoi affreschi, mi commuovo sempre.
    Dietro una prospettiva che a noi sembra banale ci sono calcoli "aurei" precisi.

    RispondiElimina
  4. come ben sanno coloro abbiano frequentato il liceo artistico sorseggiando storia dell'arte e disegno geometrico, croce e delizia per i più talentuosi, qual è certamente questo giovane ungherese capace, a mio modo di vedere, di interpretare i "sensi" della visione prospettica dei tempi moderni attraverso esempi classici e indiscutibili, tanto da reggere anche svuotati dai loro soggetti, forse anche di più.

    RispondiElimina
  5. A costo di apparire noiosa e faziosa (corro il rischio!)...pensa se Bence Hajdu potesse perfezionare le sue ricerche applicando la sua tecnica allo scenario politico italiano.
    Puff!
    Spariti tutti!
    Paola

    Ps. la bambina della foto di Sander è inquietante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e invece, almeno dai sondaggi, pare che un buon 60% di elettori li ami tanto gli attuali politici!

      Elimina