.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

martedì 12 marzo 2013

poveri e miseri

come eravamo 
(e come torneremo a essere, anzi ci siamo già)



dicevamo, si è scelto un campione... il video segue qui CLICK (manca il finale).

tra le tante sparate che ci stanno piovendo e ci ri_pioveranno addosso, ci metto anche la mia.
siccome pare a me che ne abbiamo più per poco, e dato che mi sembra che chi dovrebbe capire non capisce, farei così:
per festeggiare l'insediamento del nuovo parlamento (e per un paio di volte all'anno) darei subito a tutti, e dico tutti compresi i disoccupati, mille euro al mese invece dello stipendio o della pensione per chi ce l'ha.
(lo so restano fuori i liberi professionisti e le partite iva, ma ci siamo capiti)
onestamente l'idea originaria sarebbe quella di darne a tutti duemilacinquecento al mese per un anno, ma dovrei fare dei conti lunghissimi per vedere se ci stiamo dentro.
quindi scelgo la versione soft, sicuramente praticabile anche se sono consapevole che sia di nessuna utilità per chi veleggia sui 500 euro al mese, ma se penso ai mal di pancia che verrebbero a chi dispone di entrate da centinaia di migliaia di euro mi scappa già da ridere.
mi sembra già di sentire nelle orecchie le obiezioni: "provvedimento ingiusto_ ci vogliono affamare_ bisogna crescere non tassare_ come possiamo farcela?"
beh, sul resto non so, ma sull'ultima vorrei dire agli agiati: "appunto, come può farcela chi può contare su 500 euro al mese e chi non ha neanche quelli?"
come opzione, sempre per onorare la giornata di giubilo (che prima o poi mi auguro arriverà) e darle un senso, varerei l'immediato pagamento dei debiti dello stato verso le imprese nazionali e i fornitori (200 miliardi che vanno ad aggiungersi come una goccia nel mare agli oltre 2mila euro di debito pubblico, quindi tanto vale pagare e tacere).
gli esperti mi possono dire che è il governo che legifera in materia.
allora rilancio.
mi pare infatti che sia il parlamento che 'invece' può trattare di argomenti quali legge elettorale e modifiche istituzionali o riforme carcerarie compresi annessi e connessi, quali la cacciata dal governo e dal parlamento di nani orbi fissati con il lifting e, già che si siamo, pure del suo entourage becero e insopportabile.
quindi, intanto si possono far quelle (ops, ho dimenticato le banche, mettiamoci anche quelle), o quanto meno pensarci e poi c'è il fatto che un governo c'è e potrebbe, alla luce della composizione del nuovo parlamento, darsi un programma a brevissima scadenza sui punti in cui sicuramente c'è accordo o quanto meno c'è stato a parole.
sempre meglio che buttare mesi a parlare e scannarsi.
se poi grillo e casaleggio, offesi, volessero prender sottobraccio l'orbo e andare fuori dai piedi, credo nessuno se l'avrebbe a male.
ma siamo nel 'paese delle meraviglie' quindi meno male che ci pensa qualcun altro a uscire dalle curve, perché se fosse per me che sono sprovvista di nozioni ed esperienza sarebbe un immediato disastro invece di una lenta agonia.

4 commenti:

  1. Nani orbi fissati con il lifting è troppo forte!
    ...che dire Teti. Io sono preoccupata più per la situazione economica che per quella politica al momento. Forse sarò pessimista non lo so, ma prevedo momenti peggiori di questo per l'Italia. Unica mia consolazione è che ho casa di proprietà (finita di pagare con tanti tanti sacrifici credimi) e un ettaro e mezzo di terra. Alle brutte...diventeremo tutti vegetariani!
    Non c'è di che ridere comunque. :(
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. manco i cinghiali possiamo più mangiarci:(

      Elimina
  2. Che strano! Avevo scritto un altro commento, premo invio e mi ritrovo l'interfaccia della Tre con relative ore di traffico rimanenti della mia chiavetta su questo riquadro. Boh.
    Comunque avevo scritto: Sui tag ci sono "anni 50 e miseria". Mio fratello, 50 anni compiuti il 4 marzo, grafico pubblicitario della Procter & Gamble. Chiude la sede di Roma. Licenziato. A 50 anni...che ti metti a fare?
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops! effetto cometasteroidmeteora?
      eh, è successo pure a me anche se mi occupavo di comunicazione da libera professionista e ne avevo 48 di anni.
      ora ne ho 56, come ho fatto?
      boh?

      Elimina