.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

giovedì 2 maggio 2013

il polpo della strega

da non confondersi con il tocco o con il pomo è una variante del più famoso colpo della strega che di solito si risolve in meno di una settimana.
al contrario, quando il dolore si attanaglia abbarbicandosi saldamente al dorso, dicasi polpo della strega.
in questo caso gli effetti perdurano più a lungo e la terapia è controversa.
c'è chi consiglia di abbattersi violentemente su uno scoglio così da tramortire il polpo e quindi procedere alla sua rimozione.
altri propendono per l'immersione del soggetto affetto da tale patologia in un pentolone pieno d'acqua bollente, oppure cospargersi di liquido combustibile e darsi fuoco.
in alternativa approfittare del barbecue e stendere la schiena sopra la grata, o ricoprirla di carboni ardenti.
infine, se nessuna delle terapie ha prodotto il risultato sperato, far finta di niente e procedere ignorando sia il polpo e sia la strega.
è una via altrettanto complicata delle altre, ma meno cruenta.

5 commenti:

  1. son momentacci ... capisco :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo avessi un paio di braghe nuove... :P

      Elimina
    2. lascia fare che a richiudere tutto ci diventerò vecchio >.<

      Elimina
    3. esagerato, di qui a un anno manco ti ricorderai più!
      anzi, ricordati di fare delle foto, vedi mai che le perdi le braghe! ^_^

      Elimina