.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

martedì 26 aprile 2011

tangueando_ dos,


Uno sguardo inquietante di amor porteño

caloroso e crudele

No, non riesco a credere che passò

che si smorzò il sensuale mistero

della tua risata canyengue (in lunfardo=arrabalero, i.e. di bassa estrazione, di periferia)


Brindo a quella illusione di amor porteño

pugnale pazzo

dolce e fatale,

nostalgia di un tempo

che era parte di noi due.


Ed io che pensavo non mi importasse

che una carezza potesse cancellare

il colore della mia città.


Il codice occulto di quello sguardo

è come un segnale

e non posso sfuggire

al sottile desiderio che tremante

mi viene a cercare.


traduzione un po' così alla garibaldina, ma rende. ecco se sapessi ballare il tango argentino ballerei sempre questa canzone.

4 commenti:

  1. A me il tango non piace. E' così retorico!

    RispondiElimina
  2. MIA_EURIDICE
    concordo, ma questi tanghi, soprattutto il prossimo, vedrai che sono diversi:)
    e in certi momenti perchè no?

    RispondiElimina