.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

lunedì 23 maggio 2011

l'ormone tantrico (riflessioni)


Fa caldo in tutti i sensi, climaticamente e ormonalmente sia nel senso delle simpatiche vampate che incalzano impazzandomi le notti e i dì e sia in quell'altro senso e cioè quello tradizionalmente inteso e connesso alla fregola stagionale che però, passate troppe primavere, tarda e si presenta che è già estate e fa caldo, caldo (caldo appunto in tutti i sensi).


Lungo periodo, lo so (nei due sensi: di frase e di tempo, specificando e distinguendo).


E fin qui ci sta, andrebbe anche bene, anzi quasi quasi meno male!

Se l'ormone fosse solo accaldato invece che anche avvampato, ma, soprattutto sapesse accontentarsi di trovare uno sfogo solitario o in compagnia di tipo classico, di buona foggia e materiale come se ne trovavano una volta! Solidi, resistenti e onesti invece di modelli più recenti e modaioli che neanche apprezzano la sua migliore espressione in stile para___ (disiaco, direte), para__ gnostico? para___ culo? para ___ suola? para___ cadute__? para__ che???

Para almeno in due sensi, quello di simile e quello di stopper!


Dunque introducevo l'argomento ossia: l'ormone tantrico.


Categoria esistente solo nel nulla del niente di una mente auto reggente e portante di teoremi fumanti e postulati copulanti. Ennesimo stratagemma e strategia per far andar storto qualsivoglia tentativo di passare dal pensiero al gesto, dall'anelato al sospirato gaudio scamiciato e scoperto (sia nel senso di rivelato e sia in quello di senza coltri).


Lui l'ormone tantrico sta seduto e osserva dal suo stato ascetico e fluttuante il lavorio e i percorsi degli ormoni operai come una cicala può guardare uno stormo di formiche farsi il culo per spostare ciò che è vicino lontano e viceversa o come l'ape regina vigila sulle celle dei suoi eunuchi mentre si fa grassa, lenta e ingorda del nettare vischioso di cui si ciba.


L'ormone tantrico si entusiasma per il dettaglio insignificante o ritenuto tale e si strabilia per quello che ama denominare potenziale intrinseco del portatore/donatore di attrezzo proprio adibito a mezzo improprio nel senso sia di sottoutilizzato ovvero in quello di dotazione atta a esercitare attività ginnico sportiva di classe propedeutica al pensiero da parte della portatrice di ormone tantrico tipo: "accidenti le piante! quant'è che non le annaffio? quasi quasi vado, aggià__ ora non posso, vabbhè speriamo non mi passi di mente, quasi quasi gli dico se me lo ricorda prima di andar via!


Quasi quasi un demone, l'ormone tantrico, tentatore ma di lenta lascivia fluttuante e assonnata, di morbidi sussulti epiteliali, sospirosamente immobili e impalpabili, percezioni di mondi e atmosfere, sfruscii e strusciamenti facilmente per non dire certamente improbabili e/o irrealisticamente impraticabili.


Dunque come neutralizzare l'ormone tantrico così da potersi accontentare, ops, volevo dire godere, ma effettivamente se ci penso è meglio l'espressione del "doversi attenere" a giochi e passatempi di ordine normato, diffuso, omologato.

Eccitante quanto il perpetuo andirivieni del tampone inchiostrato azionato automaticamente in un obli(o)terazionamento momentaneo e rassegnato?



10 commenti:

  1. se ti fa questo effetti andare via per il week-end... io invece ho fatto una scoperta interessante, stile acqua calda, l'altra sera. non l'esterno per scaramanzia, me la tengo buona nel caso che.

    RispondiElimina
  2. GUCHI
    come al solito dici e poi non dici:(
    sì andar via e dover stare diverse ore in stazione mi ha fatto questo effetto:)
    credo di essere la sola turista che si sia trovata in entrambi i viaggi sempre sola.
    ho incontrato solo donne.
    e allora si vede che l'ormone tantrico aveva voglia di lamentarsi:)

    RispondiElimina
  3. Strano effetto fa quest'ormone impazzito, fagli conoscere un ormona altrettanto tantrica per acquietare i bollenti spiriti, infiammabili con i primi caldi...;-)

    RispondiElimina
  4. MARK
    se fosse così semplice mica sarebbe impazzito anzi impazzita perchè è già una ormona anche se la chiamo ormone:)
    comunque è stato solo un momento, tanto lo sappiamo entrambe (l'ormona ed io) che i giochi sono chiusi e passati in cavalleria:)

    RispondiElimina
  5. ah, fantastico! che dire per consolare lo speranzoso ormone? Nulla, perché è proprio vero: non ci sono più gli o(r)moni di una volta :/ bentornata, pazzia compresa :)

    RispondiElimina
  6. PETROLIO_MUSO
    ma sarò tornata?
    sarò mai andava via?
    ma ci sarò?
    mah! ^__^

    RispondiElimina
  7. ANONIMO
    ciao anonimo___ stesso autore dell'altro messaggio?
    ci conosciamo?
    ricorda di mettere un segno che mi faccia capire chi sei, di solito gli anonimi semplici li censuro!

    RispondiElimina
  8. Teti sei veramente spassosa! Mi immagino questo ormone tantrico grosso come un ragazzino, seduto sul divano che ti guarda e aspetta spazientito!

    RispondiElimina
  9. PAOLA
    vedremo chi si stufa prima;)

    RispondiElimina