.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

martedì 22 febbraio 2011

Mediterraneo


mi chiedo cosa sta succedendo, mi rispondono: hanno fame.

ma anche un anno fa avevano fame.


tutti insieme all'improvviso: egitto, libia, marocco, tunisia, algeria intere popolazioni che si aggiungono alle altre iran, iraq, afganistan e alimentano le ragioni della reazione a uno stato di fatto che sono anni che vige e li tiene al giogo.


un'onda che sfugge alle motivazioni politiche ed economiche che solitamente vengono addotte per giustificare e placare.


sta avvenendo qualcosa di grande, più grande di quanto sia mai recentemente accaduto.


un '68 africano che sa di apocalisse e che, almeno a me, evoca un comune sentire e voglia di basta.


una rinascita di quel che bolle in pentola da tempo e adesso trabocca fumante e indomabile, contro ogni paura, ricatto, ritorsione.


penso all'origine dell'uomo e della donna sulla terra, all'estinzione dei dinosauri e ritrovo in quegli eventi un paragone per quello che si è già avviato.


frega niente del gas e del petrolio, della migrazione di massa intesa come teste da contare e possibilmente allontanare.


mi importa dire della dignità e del coraggio, dell'onestà e dell'orgoglio, dell'amor proprio e di quello per la terra in cui si è vista la luce anche nel buio della tirannia.


delle donne che pur arrancando si fanno forza per stare al fianco degli uomini e affermarsi come persone.


un'onda che si sente arrivare e sa di sabbia, di sangue e rumore sordo.


non arriva con il mare, la porta qualcos'altro, arriva per l'aria, attraverso il pensiero più che con le parole.


è arrivato il momento in cui i potenti del mondo potranno solo nascondersi dietro alla loro sconfitta.


è solo questione di tempo.



38 commenti:

  1. ciò che nessuno capisce è che ogni popolo, cultura ed essere umano ha i propri tempi, la dobbiamo smettere di imporre i nostri.

    RispondiElimina
  2. LYLANDRA
    ____ spero solo una cosa. che mi frulla nella testa da mesi.
    ho sempre temuto che prima o poi qualcuno pensasse di utilizzare le community per lanciare esperimenti di gestione delle masse.
    ben, questa storia di FB usato per diffondere e organizzare le rivolte, non so ma__ insomma, spero di sbagliarmi.
    ma se ci pensi bene, non potrebbe essere che magari per far crescere il prezzo del petrolio e accrescere il clima di terrore generalizzato qualche buon tempone ha pensato di dare il pronti via, così per vedere l'effetto che fa?
    poi come è successo in altri casi, la cosa è sfuggita di mano.
    sai dopo le torri gemelle buttate giù come diversivo alla crisi economica, mi aspetto di tutto.

    RispondiElimina
  3. MIA_EURIDICE
    e che ci vuoi fare? quando c'è feeling:))

    RispondiElimina
  4. io non mi stupisco più di nulla.

    RispondiElimina
  5. Ne sono convinta anche io.
    C'è un'onda strana che si sta alzando sempre più alta da quel mare e potrebbe travolgerci, cambiando le cose, più di quanto siamo in grado di immaginare.
    Voglio proprio vedere che succede....

    Buona serata cara :*

    RispondiElimina
  6. LYLANDRA
    ah ecco, appunto, infatti, quello dicevo:)

    RispondiElimina
  7. ARIAPURA
    cioè, voglio dire, guardare che succede dalla finestra concordi che è poco interessante.
    siamo d'accordo che l'osservazione e la soglia di attenzione va tenuta alta con la barra a dritta.
    in poche parole, ce la raccontano come gli pare e magari le inventano e a forza di dirle ci si crede pure, MA è altro che va tenuto d'occhio.
    conto su di te!
    ma se straparlo dimmelo!

    RispondiElimina
  8. onda ... su onda... speriamo che i ghiacci si sciolgano alla svelta... è ora di lavarci via tutti....o non resta che sperare nella glaciazione....
    oggi sono ottimista ^_^

    RispondiElimina
  9. LYLANDRA
    è la tiffany stone:)
    fantastica!
    anche tu in comunione di pensiero:))

    RispondiElimina
  10. ahahahahahahahahahahaah probabile!!!!!! ^_^

    RispondiElimina
  11. LYLANDRA
    sì sì___ fidati___ sta nascendo una comunità di persone ecc ecc___ il resto lo leggi cliccando in altro sotto il titolo del blog:))

    RispondiElimina
  12. In questo momento sono orgogliosa, ho reagito ad una questione, ma sono distrutta, e purtroppo mi stanno ignorando, bellissimo post teti, tra l'altro ti chiedo un favore, puoi passare dal mio blog e far girare il mio ultimo post, è una richiesta di informazione, perdonami se ho usato questo spazio per chiederti una cosa personale ma non mi fa accedere alla tua mail.
    Grazie.

    RispondiElimina
  13. ECATE♀♀CASSANDRA
    è vero stasera blogspot (o forse il mio blog, non ho capito perchè) fa le bizze:(
    ti ho appena scritto:))
    credo che http://www.aduc.it/ sia il meglio che tu possa trovare, mi hanno aiutata alcune volte. sono tosti e svegli;)

    RispondiElimina
  14. E' che hanno capito di aver perso quel Senso che hanno ritenuto da sempre, il loro. Incontrovertibile. Prudenza e paura li ha fermati nel pensare tutto questo. Ora, reagiscono, nel cercarlo altrove.

    Noi poi...come prima terra che si affaccia ai loro confini, ne pagheremo le conseguenze. Care e spero non drammatiche, in un' alleata (??)Europa, che non ci ha certo rinfrancato, anzi.

    RispondiElimina
  15. Buongiorno,
    sono tenpi strani,nulla di nuovo in verità.
    Vorrei davvero dirti,come sosteneva un persona che ho amato molto fino a pochi mesi fa,che siamo sull'onda di un cambiamento globale...di un rinnovarsi di energie e così via.
    NON E' VERO!!!
    nonpuò esserlo purtroppo.
    Tempo fa su FB scrissi che questi eventi non sono altro che la reazione del vecchio sistema all'Onda (coincidenza?) di mutazione che da qui ad un unanno dovrebbe sconvolgere tutto.
    Ora non ne sono convinto.
    Stamattina ho sentito il Buon Gheddafi annunciava di non voler lasciare il comando fino alla morte e ordinando di schiacciare i rivoltosi.Poco dopo un'intervista sulle nostre riserve di petrolioe gas.
    E poi Il Berlusca che telefona al Colonnello dicendogli di calmarsi.
    C'è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese.

    RispondiElimina
  16. ...sono spaventata anch'io!
    Teresa scusa, ci conosciamo poco, ma ti seguo da un po'. Ti ho inviato una mail poco fa. Posso copiare il tuo post su fb? Lo trovo interessante.
    Buona giornata. Paola

    RispondiElimina
  17. AVIATRICE
    forse c'è un proseguo a questo post, sto aspettando l'autorizzazione dell'autore.
    credo sia una buona lettura. a più tardi:)

    RispondiElimina
  18. RADIX
    credo che assisteremo a uno scontro di onde marine e non.
    penso anche io che non ci toccherà la fine del mondo intesa come estinzione del pianeta, ma mi auguro che gli allineamenti planetari procurino dei cambiamenti, ovviamente , possibilmente, migliorativi.
    anche se c'è anche da dire che ci mettiamo tanto del nostro per peggiorare qualsiasi novità!
    vedremo___

    RispondiElimina
  19. PAOLA
    mail non ne ho ricevute ma come ti avevo già detto prendi pure quello che vuoi:)
    buona giornata!

    RispondiElimina
  20. Grazie Teresa! Fatto! Ho dovuto trasformare il post in nota che risulta creata da me (la nota!), ma ho specificato che lo hai pubblicato te sul tuo blog "momentaneamente"...sono una mezza frana!
    Buona giornata :))

    RispondiElimina
  21. Prima o poi accade dopo il sommesso ribollire, un borbottare e un lagnarsi, un contagiare di malumore l'aria e la vita che respiri che qualcosa accada e, mi affascina, nel suo concatenarsi quel momento preciso in cui le cose accadono e sovvertono. Ogni civiltà, comunita, stirpe si trova, come il singolo, a che fare con l'inevitabile cambiamento. La mia opinione è che accada solo un adeguarsi, un mettersi in pari, un predisporsi per una nuova forma di adattamento. Qualcosa di inevitabile e improrogabile. Che il tutto poi si predisponga solo in forme piu raffinate, piu ambivalenti e raffinate ben si sà. La qualità percepita della propria esistenza è questione soggettiva. La coscienza sociale e politica puo acuire la sensazione di disgusto e insoddisfazione, puo altresi restituire soddisfazione e piacere, come quando vince la squadra del cuore, allo stesso modo. Allo stesso modo di chi guarda agli interessi egoistici di casa sua e chi tiene alle sorti del paese o dell'umanità. Immagino che molti che son scesi in strada e accomunati siano mossi da motivazioni diverse e che ciò sia letto ed interpretato poi, con attribuzione di significazioni che, ovviamente inclineranno al proprio punto di vista, da quello della rivoluzione epocale, a quello di nuove forme di oppressione e disgusto che qua conosciamo, pur con i vari 68 per giungere poi all'anatema finale del cambiare tutto affinche nulla cambi. Con questo mostro la mia scarsda fiducia nel genere umano, me compreso. Avanti popolo!

    RispondiElimina
  22. PAOLA
    bene, poi la mail è arrivata e ho risposto anche lì, ma tanto eravamo già d'accordo:)

    RispondiElimina
  23. SIMURGH
    che spavento che mi hai fatto venire!
    arrivi così all'improvviso su un argomento attuale per di più nella vetrina del blog, in quanto ultimo post, e neanche straparli?
    ho dovuto infilarmi un altro maglione che mi ho cominciato ad avere quelli che da noi si chiamano "tremassi".
    un po' perchè ho preso una botta di freddo glaciale stamattina sul presto, un po' perchè a volte la corazza sciopera o si scolla e vengo posseduta e invasa da quello che solitamente tengo fuori.
    ma poi passa, tra l'altro lo so che funziono così quindi non è più neanche un problema ormai com'è è, tanto vale sopportarsi e piacersi:)
    tengo per il genoa (non tanto ma un po' sì) quindi nel caso specifico una vittoria suscita un senso di giustizia più che di esaltazione. qualcosa quasi di dovuto perchè capita raramente e allora fa piacere ma sempre meno di quanto faccia soffrire la squadra nel suo intero campionato.
    e il sommesso ribollore e quel che dici dopo, mi evoca qualcosa che si adatta e caza a pennello con la natura umana quella soggettiva più che di quella collettiva, forse parla di inconscio di massa, ammesso che esista, ma mi piacerebbe pensare e credere che sia una visione realistica, invece come accenni subito dopo è il sospetto che ci sia altro e che non sia nobile questo altro che sopraggiunge e sconcerta.
    certo che se chi viene dopo si chiederà ma perché non si parlano sti due o si mandano una mail? (è perché simurgh non risponde tranne che nei commenti!! come dice lui è colpa della scarsa fiducia in se stesso e nel prossimo. ma io sono parecchio testona e conto di toglierti sto impiccio, almeno per quanto riguarda me)
    tornando la tema, ti chiedo: potrebbe metaforicamente trattarsi del riaffermarsi delle nostre origini questo subbuglio? o si tratta di congiunzioni astrali?
    perché insomma qualcosa è in atto.
    E i poeti che fanno?
    dico quelli di oggi, che dicono?
    ce ne sono che hanno predetto e stanno poetando su come l'uomo, la donna, le genti siano perdute, nella foto neanche si vedono, ma sono lì dentro e si muovono, per istinto e per passione, finalmente con convinzione e per un ideale.
    questo è un po' consolante e quanto stona con quanto dicono i potenti.
    vedremo, intanto grazie del passaggio ora vengo a vedere se hai risposto da te.

    RispondiElimina
  24. Che spettacolo! Da quando conosco il mondo dei blog ritengo facebook noioso, ma ben venga se serve a rendere pubblici pensieri intelligenti che vadano ben al di sopra dei commenti idioti su primi piani di splendidi lati B!
    Io ho sempre fiducia nel genere umano, ma quello intelligente, quello che apre gli occhi, allarga gli orizzonti, ascolta i rumori del mondo e si scrolla di dosso quel torpore che lo ha reso inerte di fronte alla vita fino ad ora! :)

    RispondiElimina
  25. PAOLA
    mi fa piacere, sai non amo molto FB, anzi diciamo pure che lo detesto:))

    RispondiElimina
  26. ...non dirlo a mio marito!!! :)))

    RispondiElimina
  27. PAOLA
    ___ ma perchè? conosco tuo marito? ___ :0

    RispondiElimina
  28. molto profonda questa tua riflessione...si ci potrebbe scrivere un trattato per commentarlo..:-)...personalmente penso che ogni grande evento che succede sia causato da ragioni economiche e quest' effetto "domino del nordafrica" ne è un esempio...i civili massacrati da bombardamenti sono considerati effetti collaterali da chi tira i fili...l' unica ammirazione che ho provato in questi giorni...è stata per quei due ufficiali dell' aviazione libica che sono atterrati con due "mirage" a Malta ...chiedendo asilo politico perchè si sono rifiutati di bombardare la folla...loro due con questo gesto hanno spazzato via la miserabilità della coscienza dell' uomo...aldilà di credi religiosi o politici...in un attimo hanno deciso di abbondonare i loro cari e i loro averi per fare la cosa giusta...solo con persone cosi si può sperare in un mondo migliore...qui da noi si rimandano indietro barconi di povera gente...da un dittatore che poi li porta nel deserto...(nella migliore delle ipotesi)....abbandonandoli a morire...(documentato da varie fonti)....senza pensare che quelli che vengono a delinquere in italia non sono certo gli stranieri dei barconi....magari entrano facendo un viaggio comodo in aereo...
    ormai il benessere quotidiano ha acuito l' insensibilità verso chi è disperato...perchè ciò potrebbe mettere a rischio le comodità della vita..
    a noi serve gas...petrolio...denaro...
    per alcuni o per molti nella vita conta il denaro tutto il resto è poesia..concludo con questa citazione
    "quando avrai abbattuto l' ultimo albero..
    quando avrai pescato l' ultimo pesce....
    quando avrai inquinato l' ultimo fiume...
    allora ti accorgerai che non si può mangiare il denaro.."
    Tatanka I'yotanka (Toro Seduto)

    ciao carissima un sorriso..

    RispondiElimina
  29. (sorrido!!!:))))
    No...ma è tanto geloso e anche lui detesta fb!
    Era tanto per dire!!!

    RispondiElimina
  30. PAOLA
    appunto, ci mancava anche questa!

    RispondiElimina
  31. FERIKIKO
    beh, come sai il testo è un po' il sunto del discorso fatto tra noi poco prima di scriverlo e che ci vede concordi, anche se inaspettatamente non trovo cenni ad aspetti diciamo esoterici o spirituali o cosmici a cui continuo ad accennare, nella speranza di avere un tuo parere.
    perchè se fosse causato dagli influssi cosmici avrei maggiori speranze che tutto non si concluda come sempre in una bolla ma non di sapone, bensì di sangue.
    ancora grazie per la concessione, segnalazione del testo per il post successivo.
    manca solo il titolo___ buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
  32. ...è che siamo tutti (o quasi) molto attenti a quello che succede al di fuori di casa nostra e (per fortuna!) non ci lascia indifferenti. Voglio ricordare un film che è andato in onda l'altro ieri su rai3 "Hotel Rwanda" ispirato al genocidio ruandese iniziato il 6 aprile 1994 nel quale gli Hutu sterminarono brutalmente una parte rilevante della popolazione Tutsi...6 aprile...sarà forse un segno?

    RispondiElimina
  33. PAOLA
    l'ho visto anche io quel film___ e se credo alla magia e all'impossibile è solo perchè spero che sia la volta buona per fare finire i regimi obsoleti e violenti chi più chi meno.
    ma temo che avranno ragione coloro i quali dicono che tutto resterà uguale a prima.
    vedremo.

    RispondiElimina
  34. mentre assisto a tutto questo mi tornano in mente le parole del Maestro Yogi Bhajan
    La confusione, la depressione e i conflitti incrementeranno, mentre la vecchia maniera di mantenere il potere politico, religioso, sociale e personale vivrà la sua ultima battaglia.
    Ci siamo...

    RispondiElimina
  35. CORINNA
    già, l'apocalisse. la catarsi. il cambiamento.
    morte e rinascita.
    penso spesso che forse è per questo che sono qui, nel senso che è un privilegio esserci, altri motivi per essere al mondo (parlo per me) sono anni che non ne vedo.
    buona serata

    RispondiElimina
  36. Ora che la tv sta diventando obsoleta per dirigere le masse e l'opinione pubblica (i giovani non la guardano quasi più), strumenti come facebook per quanto noiosi, inutili, pieni di stupidaggini da cerebrolesi (e forse proprio per questo motivo) avranno la stessa funzione. In fondo internet era troppo bella e anarchica fino ad un pò di anni di fa, per non parlare dei primi anni, lì si che si stava bene. La gente ha bisogno di essere ingabbiata, ma non solo per volere dei potenti, anche per volere della gente stessa che è troppo mediocre per poter ambire a qualcosa di diverso dalla massificazione.
    Riguardo al discorso delle attuali rivolte nei paesi nordafricani e mediorientali è ancora troppo presto per fare bilanci. Quello che si può dire con certezza è che se davvero quello che spinge la gente a ribellarsi è un desiderio di libertà e democrazia, nel senso "occidentale" di questi termini, ovvero prendendo gli Usa e i paesi europei come metro di esempio non avranno altro di che pentirsene (tranne poche elite), esattamente come si sono pentiti i popoli dell'est. Di quei paesi fa sempre piacere ai media scrivere che ci sono più miliardari ma ci sono anche molti più disperati, depressi, suicidi.
    Un pò come quando si titola a tutta pagina quando uno vince il jackpot del superenalotto e si usano i trafiletti per parlare di quelli che si sono rovinati. La nostra società (ed essendo globalizzati intendo quella occidentale, non solo quella italiana) non ha niente di buono da offrire a questi popoli, piuttosto è più probabile il contrario.

    RispondiElimina
  37. HYPNOS
    ti farei una ola, ma stasera con il freddo e la probabile neve in arrivo sto messa maluccio.
    quindi ti devi accontentare di uno sguardo di assenso partecipato e sconsolato.
    su FB questo esempio è la conferma di quanto dico da tempo e cioè che siano prove di manipolazione di masse cerebrali per scopi di controllo e gestione di quelli che sfuggono appunto alla tv.
    sembra che sia un mezzo pro e invece si dimostrerà contro.
    su tutto il resto che hai scritto sottoscrivo.
    solo l'apocalisse ci potrà salvare o meglio potrà salvare qualcuno/a.
    io mi farei volentieri spazzare via dai venti atmosferici o quant'altro, meglio se in una giornata tipo questa quando basterebbe un refolo di vento per abbattermi.
    vado a letto, magari domani nevica e mi riprendo.
    buona serata!

    RispondiElimina