.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

lunedì 28 marzo 2011

36_XXIII_S T R A T A G E M M I

Allearsi ai lontani per attaccare i vicini



Spiegazione:

Condividere lo stesso letto, senza condividere lo stesso sogno.


Il principio sotteso a questo stratagemma è impiegato con successo nelle arti marziali, specialmente nell'aikido, quando ci si trova ad affrontare da soli molti avversari contemporaneamente.

Con alcuni movimenti si intercetta l'avversario più debole collocandolo tra noi e quello più aggressivo.

Trovandosi in mezzo, egli sarà esposto ai deliberati attacchi da parte nostra e a quelli accidentali del suo alleato.

Si procede finchè il nemico debole non rinuncia al combattimento o cede. A quel punto, si può concentrare l'attenzione sull'avversario rimasto in campo.

Al contrario, focalizzando l'attenzione immediatamente sull'avversario più insidioso, quello più debole troverebbe la possibilità di dargli man forte.


Commento:

Quando la situazione è bloccata e la potenza scarsa, andare a cercare il profitto dai vicini, tenendo lontani i pericoli.

Il Libro dei mutamenti dice: Fuoco sopra, lago sotto.


Ovvero, l'opposizione. La metafora indica una situazione nella quale i contrasti elle opposizioni prevalgono, ma possono essere sanati da chi ne sa trarre un vantaggio, così come in natura si osserva l'opposizione dinamica degli elementi che ha la stessa finalità: il cielo e la terra, opposti, generano la vita; l'uomo e la donna, opposti, sono mossi dalla medesima volontà di vivere e prosperare; i diecimila esseri dell'universo, nella loro diversità, seguono lo stesso corso di sviluppo.

L'abile stratega è quello che sa utilizzare questa opposizione, unendosi temporaneamente a una delle due forze oppure stabilendo, al momento opportuno, una connessione fra i due avversari per assicurare il loro dominio sulla zona d'influenza diretta. Per questo si ricorda in epigrafe il detto cinese:

Condividere lo stesso letto, senza condividere lo stesso sogno.

Diversi approcci possono essere impiegati temporaneamente per raggiungere lo stesso obiettivo.


16 commenti:

  1. "condividere lo stesso letto, senza condividere lo stesso sogno": mi pare degno di Machiavelli!! mai applicato un simile stratagemma a terzi, ma potrei imparare ad applicarlo interiormente, visto che anche dentro di noi ci sono gli opposti, visto che c'è tutto.

    RispondiElimina
  2. CAROLINA
    "condividere lo stesso letto, senza condividere lo stesso sogno" è quello che mi è successo sempre. infatti "sogno" da sola:)
    per me è una tra le cose più tristi che riguardano le relazioni intime tra le persone.
    piuttosto meglio restare svegli tutta la notte!!!
    in senso letterale invece mi è successo di sognare nel sogno di un'altra persona che stava sognando il mio, tanto che a un certo punto mi ha svegliata con una domanda fatta ad alta voce invece che nel sogno.
    ma purtroppo il "guardiano dei sogni" come lo chiamo io, anche lui ora sogna altrove:(

    approfitto per salutarlo perchè so che mi legge dal suo rifugio antartico;)

    RispondiElimina
  3. Teti, a me capita spesso di sognare a colori e di sentire le voci e anche la "presenza" delle persone, mi sembra quasi di poterle toccare! A volte mi succede anche di sognare, svegliarmi e poi riaddormentarmi per riprendere il sogno lì dove si era interrotto. A volte i miei sogni hanno anche un titolo come i film e me li ricordo tutti quando mi sveglio e anche dopo giorni!
    Mio marito dice che non sono normale...ma questo va contro quello che ho scritto "di là"!

    RispondiElimina
  4. PAOLA
    sì ho letto anche l'altro commento____ è una bella cosa, una dote direi.
    da usare per soppesare le proprie valutazioni della realtà tenendo conto che spesso prevale sull'oggettività e che ti consiglio di imparare a controllare e gestire proprio perchè non diventi un boomerang.

    RispondiElimina
  5. 'andare a cercare il profitto dai vicini'
    uhm si, me serve una tazza di zucchero ...

    per quanto riguarda il letto...lasciamo stare potrebbero esserci dei minori in ascolto :P

    RispondiElimina
  6. PIER
    di canna suppongo o raffinato?
    letto?
    se ho letto? si ho letto;))

    RispondiElimina
  7. di canna :) si si, che vicini viziosi che ho.

    RispondiElimina
  8. PIER
    brown sugar il migliore;)

    RispondiElimina
  9. ti lascio un saluto...sarò uccel di bosco per qualche giorno :)

    RispondiElimina
  10. AMOON
    a grazie! mi sarei preoccupata tantissimo non vedendoti!!!

    RispondiElimina
  11. Io non condivido ne sogni ne letto..sarà per questo faccio sogni in bianco?;)
    giorno teti..scappo al lavoro!!! la chat dal lavoro non la posso usare..è bloccata:(

    RispondiElimina
  12. PIEFFY
    "sogni in bianco"
    un giorno devo mettermi con calma a imparare a fare queste sintesi che ti invidio un bel po'!!!
    misto di notte bianca, in bianco (nel senso senza dormire e pure nell'altro), sogni invisibili e_____ ?
    mannaggia per la chat!
    volevo chiederti una cosa (sai per caso chi sia due di picche?)
    buona giornata:))
    ps. io lo reinvio, altrimenti cambi idea, come fai?

    RispondiElimina
  13. Non avrei saputo esprimerlo meglio...mi ricorda il mio esame da 2° dan di aikido...un attacco con 5 uke,terribile!

    RispondiElimina
  14. RADIX
    però ci sei ancora, quindi hai vinto!

    RispondiElimina
  15. ...mi domandavo,la mia ex ed io dove volessimo andare a parare...e non c'era bisogno nemmeno di essere nel letto anche da svegli i sogni eran diventati diversi. ciau

    RispondiElimina
  16. GIOVANNI
    l'importante è realizzarli!
    già è complicato da soli, addirittura in due__ !!
    chiedi troppo!
    son cose che succedono una notte se va bene anche perchè metti che nel sogno dell'altro vedi qualcosa che non sapevi e non ti piace?
    ahahahah disastro completo!

    RispondiElimina