.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

domenica 3 aprile 2011

36_XXIX_S T R A T A G E M M I

video

Far spuntare i fiori sull'albero


Spiegazione:

Il combattimento è la via dell'inganno.

Sunzi


Nel 284 a.C. il regno di Yan invase quello di Qi.

Solo due città su oltre settanta resistevano strenuamente: Lu e Jimo sotto il comando del generale Tian Dan che, dopo aver raccolto un'ingente quantità d'oro tra gli abitanti di Jimo, fece recapitare al generale degli Yan, Qi Jie, un messaggio in cui lo si metteva al corrente del fatto che la città era pronta a sottomettersi.

Qi Jie accettò il dono e i soldati di Yan accolsero con entusiasmo l'imminente fine dell'assedio.

Nel frattempo, Tian Dan aveva raccolto una mandria di oltre un migliaio di tori. Li ricoprì con seta di color porpora e li dipinse con strisce di colori sgargianti. Pugnali e torce furono fissati sulle corna delle bestie. Vennero poi legate alle loro code delle fascine di paglia imbevute di olio combustibile.

Di notte, furono aperti dei varchi nelle mura della città, in direzione dell'accampamento nemico. Appiccato il fuoco alla paglia fissata alla coda degli animali e accese le torce sulle corna, le fila di tori infuriati venero lanciati fuori della città per rompere l'accerchiamento e annientare l'avversario.

L'esercito Yan fu risvegliato improvvisamente dal torpore del sonno e piombò nel panico rimanendo paralizzato dal terrore, pensando di essere stato attaccato da spaventosi draghi.

L'accampamento, colto alla sprovvista, fu travolto e devastato.

Quella vittoria strepitosa fu l'incipit di una serie di campagne baciate dal successo. Tian Dan riuscì a riconquistare tutte le altre città strappate al regno di Qi.


Commento:

Sfoggiare di fronte all'avversario una posizione di grande potenza pur avendo una forza insignificante.

Il Libro dei mutamenti dice: L'oca selvatica si avvicina gradualmente alla collina.

Il suo piumaggio può essere utilizzato come ornamento rituale.


Introduzione e indice


2 commenti: