.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

lunedì 14 marzo 2011

A T T O N I T A M E N T E

credo davvero che della vicenda Giappone

ci sia solo da inchinarsi in religioso silenzio e rispetto

per questa tragedia

e la dignità con cui viene affrontata.


9 commenti:

  1. Ho visto oggi un telegiornale in cui intervistavano alcuni pescatori,che abitono vicino alla centrale.
    La cosa che più mi ha impressionato è stato un centro accoglienza,organizato dal comune locale,vi riporto le parole dette dal cronista:Qui nessuno piange o si dispera.Nessuno si aspetta di essere alloggiato in hotel di lusso,si aspetta di ricevere cibo o acqua gratis o qualche tipo di aiuto dal governo.
    Per comprare il cibo si fanno code lunghissime "(inquadratura di una coda di almeno un kilmetro)"nessun atto di sciacallaggio."
    Esattamente come da noi.

    RispondiElimina
  2. La civiltà di un popolo si vede in questi momenti. Non so voi , ma io non sono convinto di vivere in un paese così civile. Ci sono milioni di brave persone, ci mancherebbe, ma il livello di inciviltà di qualcuno è veramente inclassificabile.

    RispondiElimina
  3. Cosa potremmo fare se non rivolgere a loro un silenzio pieno di rispetto e di comprensione.

    RispondiElimina
  4. Appunto la dignità, concordo con te teti.

    RispondiElimina