.
(...) vecchia (e stanca) bio contadina part time,
considero il blog una finestra come le altre che ho in casa e,
per chi guarda da fuori, una stanza al pari di un'altra.
bella o brutta che sia,
mi soddisfa e tanto mi basta.

lunedì 14 marzo 2011

Unmei

Unmei


運命


destino

運命

destino, unmei, destino

______

ma cosa ha a che vedere il destino

con l'esplosione

di una centrale nucleare?




36 commenti:

  1. Boh...e che ha a che fare il destino con l cadere a terre,sbattere la testa e morire? buona serata*__*

    RispondiElimina
  2. JIVRI'L
    beh, parecchio.
    mentre al contrario, i danni prodotti dall'azione dell'uomo non si possono addebitare al destino in quanto ente supremo, super partes, ineluttabile e appartenente appunto a fattori che prescindono dall'intervento umano.
    che prende il nome di Sadame (ma CAROLINA questa differenza cela potrà precisare meglio).
    Sono stata un po' sintetica nell'esposizione, ma volevo dire che se alla base del "distacco" giapponese c'è un senso di appartenenza empatica ed osmotica ai fenomeni dell'habitat, dell'ambiente, di cui l'uomo e la donna fanno parte, beh, si può accettare tutto dagli elementi che lo compongono, tranne quelli artificiali che invece sono frutto di tutt'altro orientamento culturale (quale è appunto la costruzione di centrali nucleari per sostenere bisogni dissonanti da quella cultura e anche dal semplice buon senso perduto soprattutto a partire dall'800 e cioè dai tempi della rivoluzione industriale, dell'avvento del capitalismo, dall'utilizzo del cemento armato e dell'uso dei prodotti derivati dal petrolio. un elemento che la Terra ha nascosto perchè ritenuto impuro in quanto lei stessa non lo riconosce come assimilabile e rigererabile e sul quale abbiamo fondato e coltivato uno sviluppo che giudicare insostenibile è un eufemismo.

    RispondiElimina
  3. Mi hai steso su tutta la linea. Penso che prima di parlare con te farei bene ad andare a rispolverare i libri sulla cultura orientale di mamma:D

    RispondiElimina
  4. JIVRI'L
    ho già ammesso la mia colpa, a volte dimentico che c'è qualcuno che legge e vado di associazioni di idee del tutto personali:)))
    bastava seguissi la modalità standard (quella divulgativa) ma mi sono persa nel silenzio e quando sono riemersa non ho considerato che ciò che è affiorato poteva risultare incomprensibile:))

    RispondiElimina
  5. in effetti:D cmq cara, ti do la buonanotte. ciauuuuuuuuuuuuuu

    RispondiElimina
  6. Nulla teti, le cose prodotte dall'essere umano non hanno a che fare nulla con il destino.
    Ciao.
    PS: Sono lapidaria stasera >_<

    RispondiElimina
  7. Buonasera mia cara! :)
    Ogni tanto mi riaffaccio.
    Mi sono persa, per così dire, il post su Atlantide, o meglio sull'inversione dei poli terrestri. Peccato! :(
    Ma forse è meglio così, sennò avrei fatto tremare tutti anche io avvalorando le tue tesi con i dati quantistici e geofisici, senza necessariamente andare a scomodare i signori Maya...
    Oh, sia chiato: neanche a me fa piacere sapere di morire in una data certa e così vicina.... per cui se si sbagliano tutti, a partire dai Maya, io so contenta come na pasqua:
    ho ancora da trovare il fidanzato ideale :)))

    Un bacio :**

    RispondiElimina
  8. ECATE_CASSANDRA
    il che rende ancora più ingiuste e orrende certe sciagure.

    RispondiElimina
  9. ARIAPURA
    volendo si può commentare indietro nel tempo e nello spazio___ vale come allenamento per la 4a e 5a dimensione (se leggi nei commenti di atlandite capisci:)
    comunque__ vediamo, vedremo, siam qui apposta!

    RispondiElimina
  10. Le sciagure del tempo non possono essere evitate, le centrali nucleari si, questo non significa che lo meritino ma solo che è triste l'idea della razza umana di essere superiore alla natura, alla luce di questo e di quelle morti ingiuste mi viene da pensare che è assurdo quel pensiero.

    RispondiElimina
  11. Decisamente nulla.
    Non imputare al destino gli errori umani, per favore.
    Lui (il destino) si fa i fatti suoi, non i nostri.

    RispondiElimina
  12. ECATECASSANDRA
    ormai per abitudine mi impongo di non cambiare di una virgola il mio pensiero riguardo agli eventi che periodicamente si presentano o a quelli che caratterizzano i nostri tempi e a costo di essere ripetitiva e noiosa approfitto di ogni occasione per ribadire i miei "principi".
    anzi a volte taccio proprio in occasione del presentarsi del problema o al suo apice.
    ho inteso sfumare la mia rabbia per la consapevolezza che tra qualche giorno e settimana tutto riprenderà come prima, verso l'auto estinzione della razza umana, non grazie o per "colpa" dell aTerra del Mare o del Cielo quanto per la stupidità dell'Uomo (inteso anche come Donna) "intelligente" e "scienziato/a"
    scusa , non so perchè mi viene sempre di farla lunga con te, ma non è per risponderti è che mi viene così!

    RispondiElimina
  13. MIA_EURIDICE
    sì appunto. onestamente?
    beh, se fossi giapponese sarei poco dignitosamente rassegnata e molto incazzata.
    sarà per il mio modo di essere contro ad ogni costo sempre.
    ma avevano provato cosa voleva dire il nucleare, sapevano in che condizioni sono messi a terremoti.
    non sto dicendo che se lo sono cercato i giapponesi, ma che l'essere umano in generale ha perso il senso della misura e la capacità di rapportarsi correttamente con l'habitat in un delirio di onnipotenza capace solo di creare danni, catastrofi e ceneri.

    RispondiElimina
  14. "Purtroppo, le situazioni intorno alle centrali nucleari di Fukushima stanno peggiorando anche secondo i media piu' ottimista. Per ogni tragedia si spiega che sono successe le cose imprevedibili, ma circa le centrali nucleari dovrebbero smettere di usare queste espressioni, perche' ci sono stati sempre degli esperti che hanno sostenuto la criticita'."
    questa è l'email che mi ha mandato la mia amica Yukari (non ho corretto il suo italiano, che comunque mi sembra ottimo!). mi sembra che dica tutto, anche lasciando perdere unmei e sadame.

    RispondiElimina
  15. CAROLINA
    sì li ho citati perchè ieri ho ascoltato un dibattito sul comportamento civile e dignitoso dei giapponesi, che è una cosa e che, in qualche modo si lega a quei termini, un'altra invece è il libero arbitrio e quindi la scelta consapevole di scelte sbagliate da parte di chi dovrebbe aver cura dellal collettività e invece ne ignora la sensibilità e i diritti (alla vita per primo).
    scrive benissimo la tua amica e mi sembra anche lei piuttosto incazzata. com'è giusto che sia.
    ma ripeto, non ne faccio un fatto regionale o nazionale.
    è un discorso allargato e generalizzato sul rapporto tra potere (economico e politico) e buon senso antico, tradizioni, saperi dimenticati.
    se per religione, cultura o altro il popolo è portato ad assecondare e sopportare gli abusi invece di reagire le cose vanno così come vanno.
    e a questo punto credo sia anche troppo tardi per rimediare.
    a meno appunto di un'apocalisse che ribaltasse del tutto il sistema vigente azzerando tutti i saperi che a ben vedere lo hanno guastato questo mondo e anche molto velocemente, due, tre secoli, praticamente un suicidio, un colpo di pistola al cuore se letto all'interno della storia nota della presenza umana sulla terra.

    RispondiElimina
  16. la mia amica fra l'altro è un'antinuclearista convinta, di recente ha tradotto il manga della figlia di un sopravvissuto di Nagasaki, quindi ti puoi immaginare... è qui, se vuoi vedere:
    http://www.youtube.com/watch?v=6I820s3VePc

    RispondiElimina
  17. CAROLINA
    l'ho visto, in effetti era facile immaginare che in quanto tua amica fosse affine al tuo pensiero che sto iniziando a conoscere come per molti aspetti molto simile al mio.
    restiamo attonite/i e impotenti a galleggiare come naufraghi su una tremebonda terra che si muove come un'onda dalla scia di relitti arenati su un mare solido come una diga deflagrata in una nebbia radioattiva pesante e bagnata anche noi come loro, almeno io mi sento così.

    RispondiElimina
  18. Il destino lo fa la stupidità umana. La natura si è sempre ribellata a modo suo, raramente però lo ha fatto per colpa sua. Buongiorno cara..:-)*

    RispondiElimina
  19. guarda sono d'accordo con te....e come aver voluto costruire una casa sull'argilla!

    RispondiElimina
  20. CRI_CRI
    "La natura si è sempre ribellata a modo suo, raramente però lo ha fatto per colpa sua"
    perfetta sintesi della definizione che sarebbe giusto dare invece di chiamarle sciagure "naturali" !!!

    RispondiElimina
  21. AMOON
    _______ detta così sembra che essere d'accordo ti procuri profondo disappunto :)) _________ argilla?
    potrebbe essere una buona idea per farci una centrale nucleare!
    tu certamente lo sapevi io l'ho appreso ieri che hanno tagliato i fondi per le energie alternative:(
    ______ effettivamente____ meglio una fine veloce a una lunga agonia.

    RispondiElimina
  22. Certo si può commentare andando indietro e se avessi tempo commenterei tutti i post che mi sono persa :)
    Ma in questo periodo gira così con internet...mi va poco.

    Per il resto, lo sai che ci sono sempre. Baci :*

    RispondiElimina
  23. ...siamo noi a disegnare il nostro destino.
    Sono triste. Vorrei che i miei figli godessero appieno delle bellezze della vita...almeno di quelle poche che rimangono.

    RispondiElimina
  24. ARIAPURA
    credimi perdi pochissimo, c'è stasi almeno a quanto vedo da qui.
    buona serata

    RispondiElimina
  25. PAOLA
    mi spiace ma sono poco indicata a rincuorarti:(
    i ragazzi trovano il modo di reagire ed evadere com'è giusto che sia, ma capisco la tua apprensione, ci penso spesso anche io al futuro di mio figlio.

    RispondiElimina
  26. Sante parole. O meglio, santi ideogrammi.

    RispondiElimina
  27. MR.TAMBOURINE
    _____amen_____ ?

    RispondiElimina
  28. Capito teti, si mi ero accorta di questa tendenza tua quando commento io mmmmmm...:)
    Comunque la vediamo uguale, tra una settimana ricominceranno con il loro sviluppo, e lo chiamano pure sviluppo quello che attuano vabbè... perdona la faciloneria delle mie espressioni ma anche a me fa arrabbiare alquanto il tema.
    Ciao teti.

    RispondiElimina
  29. ECATECASSANDRA
    compenso:)) sarò stringatissima:)
    buona serata!!

    RispondiElimina
  30. ciao Signora...io non credo che il destino ce lo creiamo da soli, e ne tantomeno con l'esplosione della centrale...credo che sia solo questione di sfiga o meno....:-))
    Margherita

    RispondiElimina
  31. MARGHERITA
    sì l'elemento sfiga ovviamente per chi è in qeui luoghi adesso oppure fortuna per chi come me e noi siamo qui.
    ma è l'elemento più contingente.
    cioè voglio dire, se cammini sul filo di lana e si spezza non è che puoi dire che è stata solo sfiga.
    ci hai messo anche del tuo!
    cioè non è che adesso si può dire:
    averlo saputo non le avremmo fatte le centrali!
    si sapeva e si sa, eccome.
    ne riparliamo tra un mese?
    quindi forse la sfiga è che continueranno a farne.
    su questo in effetti sì, ti do ragione:(

    RispondiElimina
  32. Volenti o nolenti condividiamo la sfortuna...la nube radioattiva prima o poi arriverà anche in Europa, in Italia. Passerà sopra le nostre teste e non ce ne accorgeremo...subito!
    Notte e ...votiamo tutti SI al referendum contro il nucleare!

    RispondiElimina
  33. PAOLA
    veramente a me sembrava di essermi già espressa sul tema.
    ma evidentemente il nostro parere conta davvero poco se è stato necessario ricorrere nuovamente al referendum ch dato lo scarso interesse della maggior parte delle persone alla politica e ai temi che ci riguardano, è pure possibile che finisca in un niente di fatto:(

    RispondiElimina
  34. Tutti gli italiani si sono espressi sul tema già nel 1987! Non capisco poi per quale motivo Maroni non vuole accorpare il referendum alle amministrative. Cos'è ...paura di raggiungere il quorum e di perdere anche le elezioni? E non parliamo poi dei 400 milioni di euro che si risparmierebbero con l'Election Day e che si potrebbero utilizzare per cose ben più utili.
    Dobbiamo andare a votare! Dobbiamo fare il possibile affinché non finisca tutto in un niente di fatto!!!
    Buongiorno Teti...non te l'ho scritto prima!

    RispondiElimina
  35. PAOLA
    che dire, speriamo, Paola, speriamo che ci si vada in più del quorum e che qualcuno tenga conto del risultato.
    grazie, anche a te buona giornata :/

    RispondiElimina